ATTENZIONE!

Se vuoi supportare il blog, per favore disattiva Ad Block. Grazie mille!

sabato 25 ottobre 2014

Gastonia by CollectA, Prehistoric Collection 2014

Come ho detto in precedenza, ho un debole per gli anchilosauri. Per questo, quando ho visto che quest’anno la CollectA avrebbe rilasciato un modello di Gastonia, ho esultato. Infatti, oltre ad essere conosciuto per la quantità spropositata di aculei e spuntoni, chi ha letto Raptor Red sa bene quanto questo dinosauro potesse essere un avversario terribile per i predatori.

La posa del modello è abbastanza statica.

Nonostante l’abbondanza di fossili di Gastonia, la disposizione dell’armatura si conosce solo per i dettagli generali.  Lungo i fianchi, dal collo alla punta della coda si trovano degli aculei triangolari di varie dimensioni che anche nel modello sono molto appuntiti. Pure sul dorso sono presenti due file di spine rivolte verso l’esterno che rappresentano una formidabile minaccia per ogni predatore. La maggior parte degli aculei sono colorati di beige, ma quelli le placche appiattite del dorso hanno lo stesso colore del corpo. Un gigantesco scudo osseo protegge le anche, in maniera simile a Polacanthus.

Finalmente una statuina che mostra quanto erano ampi i fianchi degli anchilosauri.

Il cranio è ricostruito in maniera approssimativa, sembra più quello di un generico anchilosauro e inoltre è troppo grande in proporzione al corpo.

Le dimensioni delle spine sono esagerate.

La colorazione del modello è sicuramente un suo punto a favore, anche se non sempre è realizzata benissimo.  Infatti, la striscia bianca sui fianchi è data con poca cura, così come le macchie nere sulle zampe.

Le braccia e le gambe sono molto corte ma robuste.

Il livello dei dettagli è quello solito CollectA; quindi texture della pelle ben realizzata, con le squame che cambiano di dimensione secondo la parte del corpo.

La cloaca è scolpita e colorata di nero! 

Il Gastonia della CollectA è sicuramente un buon modello, con qualche piccolo difetto che non dovrebbe pregiudicarne l’acquisto. Sconsiglio di regalarlo a bambini piccoli, poiché gli aculei sono davvero appuntiti!

domenica 19 ottobre 2014

Anteprima Schleich 2015

Continuano ad arrivare indiscrezioni sulle novità per il prossimo anno. Si tratta di immagini ancora a bassa risoluzione, ma che possono dare un'idea su cosa ci aspetta nel 2015. Dopo aver visto la Safari ltd ora tocca alla Schleich.

Il logo della marca tedesca, famoso per la sua S rossa.




La Schleich ha intenzione di ritirare tutti i modelli attualmente presenti nella serie "The little dinos" e rimpiazzarli con 8 nuove statuine. Si tratta della riduzione in scala di specie già presenti nella collezione di modelli più grandi, ma che presentano una colorazione interessante, come nel caso del Quetzalcoatlus.

Dall'angolo in alto a sinistra: Triceratops, Stegosaurus, Velociraptor, Quetzalcoatlus, Pentaceratops, Spinosaurus, Tyrannosaurus e Ankylosaurus.



Nella serie "Dinosaurs" invece verranno introdotti uno pterosauro e un dinosauro: Anhanguera e Kentrosaurus

La mandibola si potrà muovere.


Posizione di difesa.


Sicuramente un bel passo avanti rispetto all'anno scorso, non trovate?

AGGIORNAMENTO: Voci di corridoio parlano di altri nuovi modelli preistorici in arrivo! Non appena usciranno le foto le caricherò sul post. Controllate il blog regolarmente per rimanere aggiornati!

lunedì 29 settembre 2014

Aperte le votazioni per il "Dinosaur Toy Forum Diorama Contest 2014"

Preve post per segnalarvi l'inizio delle votazioni per il "Diorama Contest 2014", concorso indetto dal "The Dinosaur Toy Forum", il forum sui modellini di animali preistorici più  frequentato al mondo. Le foto in gara sono ben 59 con soggetti molto diversi tra loro; si possono esprimere 8 preferenze e c'è  tempo fino al 28 Ottobre.

Io ho già votato e voi? Potete votare qui (dopo esservi registrati al forum)!

Three angry chicks at work, by federreptil
Vincitore del concorso 2013

venerdì 26 settembre 2014

Monolophosaurus by Safari ltd, Wild Safari Dinos 2014

Rilasciato quest’anno dalla Safari ltd nella sua variegata serie “Wild Safari Dinos”,
Monolophosaurs è un dinosauro poco conosciuto dal grande pubblico e che quindi non aveva mai avuto un corrispettivo nel mondo plasticoso dei modellini in scala (se si esclude la sconosciuta “Dinowaurs”) prima d’ora.

Forse una colorazione più ardita a livello della cresta avrebbe reso ancora meglio.


Monolophosaurus ha la tipica morfologia dei teropodi ma si distingue per la peculiarità del cranio. Infatti, quest’ultimo ha una “cresta” che lo percorre longitudinalmente dalle narici alle orbite. Come nel fossile anche nel modello il cranio è grande, compresso lateralmente e armato di denti appuntiti.

Anche la diversa lunghezza dei denti ricalca quella del fossile.


Il Monolophosaurus della Safari ltd è molto ben bilanciato e riesce a stare in equilibrio sulle due zampe posteriori senza alcun problema. Purtroppo per ottenere ciò i piedi sono leggermente ingranditi considerando fossili di altri teropodi affini, visto che gli arti di questo dinosauro rimangono ad oggi sconosciuti; tuttavia questo è un difetto quasi impercettibile in confronto ad altri modelli che adottano questo compromesso.

Come gli altri teropodi, Monolophosaurus era probabilmente dotato di mani con tre robusti artigli.


Anche se non ve ne sono resti, lo scultore ha preferito dotare il modello di una coda molto lunga. Spesso altri modelli di teropodi omettono i muscoli caudofemorali, mentre in questo caso alla base della coda c’è un rigonfiamento attribuibile a questi ultimi; purtroppo in vicinanza dei fianchi la coda si assottiglia di nuovo dando l’impressione che questi grossi muscoli non raggiungono il femore. Insomma, bastava poco per rendere questo particolare perfetto.

La lunga coda riesce a bilanciare la parte anteriore.


I dettagli sono alla pari con i modelli Wild Safari Dinos: ottima la texture della pelle in cui si riescono a distinguere le singole squame (forse un po’ troppo grandi, considerando la scala).

Lungo il dorso vi sono delle grandi squame triangolari.


In sostanza, se siete appassionati di teropodi o se semplicemente cercate una specie poco conosciuta per ampliare la vostra collezione, il Monolophosaurus della Safari ltd è sicuramente un acquisto da considerare. Come sempre lo potete trovare sul sito ufficiale della Safari ltd o su eBay.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...