ATTENZIONE!

Se vuoi supportare il blog, per favore disattiva Ad Block. Grazie mille!

martedì 5 maggio 2015

Brachiosaurus by PAPO, Dinosaurs Collection 2014

Quando la PAPO si affacciò sul mercato dei modellini preistorici, presentando una collezione pesantemente ispirata agli animali della saga di Jurassic Park, tutti si chiedevano quando avrebbe rilasciato un modello basato sul Brachiosaurus. Questo gigantesco sauropode, infatti, è il primo dinosauro che si vede in Jurassic Park e la scena in cui compare fa oramai parte della storia del cinema ed è entrata di diritto nel cuore di ogni amante della paleontologia.
Finalmente nel 2012 la marca francese ha ascoltato le preghiere dei collezionisti.

Negli anni il Brachiosaurus ha cambiato nome, Giraffatitan, ma la PAPO ha deciso di usare la vecchia nomenclatura.

Il modello è veramente massiccio, sia per le dimensioni che per il peso.


Ovviamente ispirandosi al Brachiosaurus di Jurassic Park questo modello non è molto accurato dal punto di vista scientifico. A un esame superficiale si notano subito gli artigli sulle mani che sono quattro anziché uno e nei piedi, quattro e non tre. Nel cranio inoltre le narici sono in cima, come si usava ricostruirle vent'anni fa.

La testa è leggermente troppo grande rispetto al corpo.


Gli arti sono molto muscolosi e sembrano davvero in grado di “gestire” e muovere un corpo cosi robusto: merito sicuramente dell’alto livello di dettaglio, tipico dei modelli PAPO. Infatti, si possono vedere i poderosi muscoli sottopelle insieme a tendini, legamenti e pieghe della pelle.

Purtroppo nel mio modello il braccio destro tende a piegarsi verso l’interno.

Le proposizioni del corpo sono bene o male corrette, ma la coda è troppo corta.



Come nella maggior parte dei dinosauri PAPO il corpo è interamente grigio, con una sfumatura diversa nella parte inferiore e dei tocchi rossastri sul collo. Nella testa i denti sono dipinti con cura, così come i piccoli occhi.
Questa semplicità nella colorazione ricorda ancora di più il Brachiosaurus che si vede in Jurassic Park.

Come una mucca gigante!


Un piccolo appunto va al controllo qualità: nel mio modello, infatti, il collo non è stato incollato in maniera perfetta sul torso. Se potete scegliere, quindi, controllate bene prima di acquistarlo.

Nulla di orribile a vedersi, ma di sicuro si nota.


In conclusione il Brachiosaurus della PAPO si profila come un’ottima copia del dinosauro che appare in Jurassic Park, con tutti i suoi difetti. Se siete quindi amanti del film del ’93, questo modello non può assolutamente mancare nella vostra collezione. Se invece cercate qualcosa che ricalca le più moderne scoperte scientifiche è meglio rivolgere la propria attenzione sul modello Safari ltd, serie Carnegie.

domenica 12 aprile 2015

Lucertola volante by Playmobil, Dinos 2012

Personalmente amo aggiungere alla mia collezione dei modelli di animali preistorici che raramente sono realizzati dalle varie marche, come rettili permiani dal nome impronunciabile o oscuri dinosauri sconosciuti al grande pubblico.
Per questo, quando ho saputo che la Playmobil avrebbe incluso una piccola lucertola volante (o sarebbe meglio dire “planante”) nei suoi nuovi set dedicati ai dinosauri, ho subito deciso che me ne sarei procurato uno. In particolare il mio proviene dal set #5235 che comprende anche un Dimetrodon e un piccolo stagno.


Nel 2012 pagai poco meno di venti euro per tutta questa roba!

Il modello non ritrae nessun genere in particolare, ma, come confermato dalla Playmobil stessa, vuole essere riproduzione generica di questo tipo di animali preistorici. Può quindi essere utilizzato per rappresentare nei vostri diorami, per esempio, Coelurosauravus (Permiano), Kuehneosaurus (Triassico) o Xianglong (Cretaceo), ovviamente tenendo in conto le differenze di scala.


E’ lungo solo 4,5 cm.

La colorazione è molto semplice in quanto è composta solo da tre colori: il corpo è in plastica gialla con una decorazione arancione e blu sulle ali e sul dorso. Gli occhi sono anch’essi arancioni. Le altre lucertole facenti parte degli altri set hanno colori diversi, ma la decorazione è la stessa.

La signora guarda perplessa (Foto di animobil.info).

Ovviamente essendo targata Playmobil non presenta un livello di dettaglio elevato; nelle mani e nei piedi non si possono distinguere le dita e inoltre la pelle è liscia, ma considerando le piccole dimensioni queste mancanze non disturbano più di tanto. Nelle “ali” si possono notare sei costole, che nonostante siano in numero inferiore di ogni fossile conosciuto, sono pure sempre un particolare apprezzato.

I tre piccoli buchi sul ventre servono per posizionare la lucertolina nei pioli presenti nello scenario Playmobil.

Verso l’infinito e oltre!
Considerando la scarsità di modellini di questo tipo di animaletto preistorico, il tentativo della Playmobil è di sicuro un modo semplice di aggiungerlo alla propria collezione. Essendo uscito nel 2012 dovrebbe essere facile trovare nei negozi di giocattoli i set in cui è compreso. Se invece v’interessa solo la piccola lucertola volante Ebay potrebbe essere la risposta.

giovedì 19 febbraio 2015

Risultati sondaggio 2015

Dopo un mese ecco a voi i risultati sul tradizionale sondaggio in cui voi lettori eleggete l'azienda che ha presentato le migliori novità per il nuovo anno.

Senza perderci in chiacchiere andiamo a vedere il grafico con i voti!




Come l'anno scorso l'azienda vincitrice e' la PAPO, che anche presentando solo due modelli, riesce sempre a raccoglie consensi tra i collezionisti. Evidentemente un nuovo sauropode PAPO non poteva lasciare indifferenti...




Al secondo posto la CollectA che continua a fornire spunti interessanti come un Tyrannosaurus piumato, ben tre modelli di Spinosaurus quadrupedi e un gigantesco Guidraco in scala 1/4!




Medaglia di bronzo per la Safari ltd che nonostante modelli molto solidi dal punto di vista scientifico, non riesce a fare breccia nel cuore dei lettori di Paleo-Nerd.




Fuori dal podio la Schleich, che pero' migliora rispetto all'anno scorso quando aveva ricevuto 0 preferenze.




In 3 hanno votato per "Altro", non specificando pero' nei commenti a cosa si riferissero.

E voi cosa ne pensate dei risultati? Siete d'accordo oppure pensate che la palma per i migliori modelli del 2015 dovesse andare ad un'altra azienda?

domenica 8 febbraio 2015

Allosaurus by Safari ltd, Wild Safari Dinos 2007

L’Allosaurus è da sempre uno dei dinosauri carnivori più famosi dopo il T.rex, tanto da essere molto spesso presente nelle varie collezioni di ogni marca. Anche la Safari ltd aveva questo dinosauro della selezione Wild Safari, ma era stato introdotto nel 1996. L’azienda americana ha quindi deciso di effettuare un upgrade del modello nel 2007.

La coda è decisamente troppo lunga.

Una cosa che ho letto in altre recensioni di quest’Allosaurus è il fatto che è un tripode, ovvero che ha bisogno della coda per stare in piedi. In realtà il modello sta perfettamente in equilibrio sulle zampe posteriori e la coda è leggermente staccata dal terreno.

Come faccio notare spesso la base della coda è troppo sottile.

Nella testa si notano tanti particolari e dettagli, come le narici, i fori uditivi e gli ispessimenti del cranio, che sono tutti al posto giusto. Addirittura attorno ai piccoli occhi neri si possono vedere delle minuscole palpebre! Un piccolo appunto si deve fare sul fatto che la pelle sembra essere troppo tesa sulle ossa del cranio con tutte le fenestrature ben visibili.

La testa sembra essere basata su un esemplare con il cranio leggermente allungato rispetto al fossile tipo di Allosaurus fragilis.

Le mani sono dotate di artigli molto lunghi, mentre le dita sono purtroppo tutte della stessa lunghezza, e quindi manca il massiccio pollice tipico di questo dinosauro.

Gli artigli sono dipinti di nero in modo molto attento, senza imprecisioni o sbavature.

La colorazione è davvero semplicissima: tutto il corpo è colorato di verde, tranne un pizzico di giallo scuro sulle corna. Tuttavia, un’efficace lavatura scura accentua tutti i piccoli dettagli come il muscolo sottopelle, le grinze e le rughe della pelle.

Di sicuro si mimetizzava benissimo in una foresta!

Quest’Allosaurus della Safari ltd è veramente un ottimo modello, anche se la colorazione troppo semplice non lo farà risaltare rispetto alle altre opzioni presenti sul mercato. Ma se volete un rappresentante del genere in scala 1:40, economico e scientificamente accurato, vi consiglio caldamente questo modello!
Potete ovviamente trovarlo sul sito ufficiale della Safari ltd.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...